Prestiti senza Busta Paga Prestiti senza garante  preventivi online prestito prestiti senza garanzie prestiti senza busta paga   Prestiti Senza Busta paga

Prestiti: come ottenere un prestito senza garante e senza busta paga – le garanzie alternative

I prestiti personali senza busta paga sono quei prestiti adatti a chi a chi non ha un reddito fisso, sono dei prestiti appositamente pensati per chi, quindi non ha uno stipendio ma ha comunque bisogno di liquidità per poter ad esempio, far fronte a delle esigenze che si presentano davanti oppure per poter avere aiuto in attesa di un altro impiego, ovviamente, mancando una delle garanzie più importanti come la busta paga, questo non significa che non siano necessarie altre garanzie.

Ma andiamo per ordine, mettiti comodo e inizia a leggere questa breve e semplice guida sui prestiti senza busta paga.

Anzitutto cosa è questa particolare categoria di presiti?

I finanziamenti senza busta paga sono dei finanziamenti dedicati a chi non ha un reddito fisso e dimostrabile, pensate, ad esempio ad una casalinga che non ha un impiego con una rendita di denaro oppure un disoccupato.

Molto spesso, comunque questi prestiti non avranno una cifra di denaro particolarmente elevata, si tratterà infatti, di piccoli prestiti personali di conseguenza con piccoli importi, anche perché gli istituti di credito non sono disposti ad esporsi particolarmente, soprattutto nei confronti di chi non ha un reddito dimostrabile e di uno stipendio fisso o quantomeno regolare.

Ma allora quali sono le garanzie di un prestito senza busta paga?

Ovviamente però, questo non significa che se manca la busta paga non siano necessarie altre ed ulteriori  garanzie per ottenere il prestito.

Infatti, come ogni tipologia di finanziamento sono necessarie delle garanzie, qui manca la busta paga, ma ne sono necessarie altre alternative.

A chi si rivolgono i prestiti senza busta paga?

Ci sono delle categorie diverse di soggetti cui si rivolge questa determinata categoria di finanziamento, tra queste categorie troviamo;

Le casalinghe, cioè le ragazze o le signore che decidono di dedicarsi interamente alla famiglia senza percepire stipendio alcuno, disoccupati, da tempo o che recentemente hanno perso il lavoro e hanno bisogno di denaro per poter far fronte alle piccole spese giornaliere prima di ritrovare una nuova occupazione.

Poi ci sono gli studenti, universitari oppure che stiano completando un master universitario utile alla loro formazione, lavoratori autonomi, non alle dipendente di alcun soggetto, e quindi senza busta paga e poi per ultimo, c’è la categoria di quei lavoratori dipendenti che hanno già la busta paga impegnata da qualche prestito in corso e quindi non possono più impegnarla, quindi è come non avere alcun tipo di busta paga.

Ma quali sono le garanzie alternative di un prestito senza busta paga?

Ovviamente, per poter ottenere un prestito senza busta paga è necessario che sussistano delle garanzie alternative che ci permettano di poter rimborsare alle banche le rate del prestito personale.

Tra le garanzie richieste per chi richiede un prestito senza busta paga c’è sicuramente la presenza di un garante.

Chi è il garante?

Il garante è una persona fisica che si impegna a pagare le eventuali rate del prestito al tuo posto, un ruolo molto importante quindi quello del garante che si impegna e si presta quindi a pagare in caso di nostra impossibilità, qualora non fossimo più in grado di far fronte alle rate del prestito senza busta paga.

Affinchè qualcuno possa fare da garante è comunque necessario che abbia una buona affidabilità creditizia, questo significa anzitutto che dovrà avere un lavoro stabile e retribuito, di conseguenza dovrà avere una busta paga, ed è necessario che non sia considerato un cattivo pagatore ed iscritto quindi nel Registro Informatico dei Protestati.

Solitamente, il garante in caso di mancato pagamento risponde con i suoi beni, ecco perché difficilmente troveremo qualcuno disposto ad aiutarci, solitamente il garante, infatti, sarebbe meglio sceglierlo tra un componente della nostra famiglia, come ad esempio un genitore oppure un fratello, marito o moglie.

Prestiti cambializzati:

Molto spesso, a causa della posizione delicata del garante, è difficile trovare qualcuno che possa accettare di aiutarci, ecco perché esiste un’altra soluzione, sicuramente la meno adoperata, ma comunque conveniente per alcuni, per altri un po’ meno e sono i prestiti cambializzati.

Andiamo a scoprire di cosa si tratta.

I prestiti cambializzati senza busta paga sono quei prestiti che prevedono il pagamento tramite delle cambiali che saranno a titolo esecuitivo.

La cambiale a titolo esecutivo impone che nel caso di mancato pagamento di una sola delle rate del prestito la banca può pignorare i beni del titolare delle cambiali.

Questa opzione è quindi la meno scelta e anche la meno consigliata dalle banche, quindi se state pensando di richiedere un prestito cambializzato, pensateci bene, perché un prestito molto impegnativo.

Inoltre, anche i tassi di interesse non sono affatto convenienti, si parla infatti, di interessi particolarmente elevati.

Prestiti senza busta paga con ipoteca sulla casa:

In assenza di una documentazione che certifichi un reddito, esiste anche un’altra possibilità, quella di apporre l’ipoteca sulla casa, quindi su un immobile che sia di proprietà di chi richiede il prestito personale.

Ovviamente, i prestiti senza busta paga sono tipologie di prestiti di piccola entità, quindi difficilmente la banca potrà accettare di appore un’ipoteca sulla casa, dato che il valore del prestito sarà molto inferiore rispetto al valore dell’immobile.

Calcolo preventivo online:

Molto spesso per mancanza di tempo o semplicemente perché vogliamo farci soltanto un’idea dei tassi di interesse di un prestito oppure perché semplicemente vogliamo sapere a quanto potrebbero ammontare le rate del prestito, possiamo calcolare un comodo preventivo direttamente da casa nostra senza il bisogno di uscire di casa e senza pensare a prendere appuntamenti e avere mille documenti tra le mani.

Come si calcola un preventivo online? Quali sono i primi passi da fare?

Anzitutto, per poter calcolare un preventivo online basteranno dei pochi documenti di chi intende richiedere il prestito, la cosa da fare sarà quella di compilare il modulo, che ci verrà fornito direttamente online.

Non preoccupatevi, niente di complicato e fantascientifico, sono dei semplici campi da compilare per poter procedere al calcolo della rata del rimborso del prestito.

Una parte è dedicata alla sezione anagrafica, quindi dal nome al cognome alla data di nascita, la seconda parte sarà dedicata al lavoro e alla somma richiesta.

In pochi minuti potremo confrontare i migliori prestiti delle migliori banche direttamente da casa in maniera gratuita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *