Prestiti senza Busta Paga  preventivi online prestiti senza garante prestiti senza busta paga prestiti calcolo prestito online   Prestiti Senza Busta paga

Prestiti senza busta paga e senza garante: scopri come ottenerli, calcolo preventivo online

Informazioni sui finanziamenti e prestiti senza busta paga, molto spesso ci ritroviamo davanti a spese improvvise a cui non possiamo far fronte oppure semplicemente non possiamo per mancanza di un reddito che ci permetta di vivere in tutta tranquillità.

Ecco perché esiste una categoria di prestiti chiamati prestiti senza busta paga, adatti alle esigenze di chi, non ha un reddito fisso dimostrabile ma ha bisogno comunque di una liquidità urgente.

A chi si rivolgono i prestiti senza busta paga?

Anzitutto, sono indirizzati a chi non ha un reddito dimostrabile, per reddito dimostrabile si intende principalmente una busta paga, quindi un documento che attesti un’entrata fissa mensile, solitamente la busta paga è una delle garanzie necessarie per poter ottenere un prestito, in assenza di essa difficilmente le banche concederanno finanziamenti.

Un’ altra categoria di soggetti a cui si rivolgono i prestiti senza busta paga sono i lavoratori autonomi, vengono cioè considerati lavoratori autonomi coloro che sono dei liberi professionisti e non dipendono da altri soggetti, di conseguenza non hanno quindi una busta paga.

I prestiti senza busta paga si rivolgono anche alle casalinghe, che rimanendo a casa non hanno alcun reddito mensile, ma potrebbero comunque avere dei ricavi ad esempio dalla gestione di un bed and breakfast, oppure potrebbero ricevere un canone di locazione da un immobile di proprietà.

I prestiti senza busta paga si rivolgono, inoltre  agli studenti, che non hanno alcun reddito, iscritti ad un corso universitario, che vogliono completare gli studi.

Ovviamente, dovranno essere studenti in corso, difficilmente, in caso di fuori corso, le banche valuteranno la richiesta di un finanziamento.

Quali sono le garanzie richieste per un prestito senza busta paga?

Solitamente i prestiti senza busta paga sono dei prestiti di piccola entità, sono quindi dei piccoli importi adatti a soddisfare le esigenze della vita quotidiana,  quindi si tratterà di piccoli importi, per intenderci, non a sufficienza per l’acquisto di un immobile.

Ma quali sono le garanzie che la banca ci richiede quando si parla di prestiti senza busta paga? Anzitutto esistono due categorie di garanzie,  garanzie ipotecarie e pignoratizie, solitamente i prestiti senza busta paga richiedono le prime.

Principalmente la garanzia più richiesta per quanto attiene ai prestiti senza busta paga, troviamo la presenza di un garante, il garante è una figura che ci accompagni in questo percorso, che risponda con i suoi beni in caso di inadempimento.

La figura del garante dovrà anzitutto avere un lavoro stabile con una retribuzione e di conseguenza un documento che attesti l’entrata mensile del garante.

Inoltre, non dovrà avere al momento in cui si assume la responsabilità di farci da garante, alcun tipo di prestito in corso.

Un’altra cosa fondamentale per quanto riguarda il garante è la situazione patrimoniale che dovrà essere buona.

Infatti, il garante, in caso di mancato pagamento delle rate del prestito, dovrà rispondere personalmente con i suoi beni, mobili o immobili.

Solitamente il garante viene scelto tra un membro della famiglia oppure un amico stretto, anche perché la situazione di questa figura è una situazione particolarmente importante, difficilmente una persona che ci conosce a malapena sarà disposto ad accettare le condizioni del garante.

Le garanzie alternative di un prestito senza busta paga:

Adesso vi starete chiedendo e se manca il garante? Ovviamente in assenza di una persona che possa aiutarci in questa piccola impresa personale, ci sono altre garanzie che potrebbero essere utili alle banche per poter valutare la vostra richiesta di finanziamento.

Tra le altre garanzie, ovviamente troviamo un’entrata mensile,  prendiamo l’esempio di chi abbia in gestione un bed & breakfast oppure chi ha una piccola entrata mensile, ad esempio un canone di locazione di un box, oppure una casa di proprietà in affitto, questo potrebbe andare bene come una garanzia alternativa.

Solitamente, trattandosi di piccoli importi la banca non dovrebbe prendere in considerazione l’idea di applicare l’ipoteca sulla casa di chi richiede il prestito, proprio perché sono prestiti di piccole entità.

In ogni caso, se avete ancora dei dubbi oppure se semplicemente volete informarvi meglio riguardo ai prestiti senza busta paga, potrete fare un comodo preventivo direttamente da casa vostra, senza il bisogno di uscire di casa e senza la necessità di fare lunghe code in banca.

Per fare un preventivo online, basterà infatti qualche minuto del vostro tempo.

Come si calcola un preventivo online?

Anzitutto, dovrete avere a portata di mano i vostri documenti, come ad esempio, la carta d’identità.

Basterà compilare il modulo che vi verrà fornito direttamente online, inserendo i dati anagrafici riguardanti chi  vuole ottenere il prestito personale, l’importante  è che il soggetto abbia raggiunto comunque, la maggiore età.

Dovremo compilare quindi, tutta la sezione anagrafica, nome e cognome, anno e data di nascita, regione di residenza.

Fatto questo, dovrete passare poi alla parte riguardante il prestito, ad esempio quanto vorreste ottenere, ovviamente una cifra piccola, perché le banche in mancanza di garanzie, non erogheranno una cifra importante, grazie al preventivo online, inoltre potrete calcolare i vostri tassi di interesse.

I tassi di interesse:

Solitamente, è una delle ultime cose che viene considerata sui prestiti senza busta paga,  però dovreste valutare a priori i tassi di interesse di un prestito.

Solitamente, quando non si hanno molte garanzie da offrire, i tassi potrebbero essere molto elevati, quindi la cosa che consigliamo è quella di sedersi a tavolino, prendere carta e penna e valutare per bene la situazione, valutare quindi, se potreste ottenere molto presto un lavoro che magari vi consenta di scegliere un altro tipo di finanziamento e valutare anche il fatto che i tassi di interesse potrebbero essere particolarmente elevati, proprio per permettere alle banche di riprendere il capitale in caso di inadempienza.

Siamo giunti quindi alla fine di questa guida dedicata ai prestiti senza busta paga, facciamo quindi un breve riepilogo:

Sono dedicati a studenti, casalinghe, lavoratori autonomi e disoccupati.

La garanzia fondamentale per questa tipologia di finanziamenti è data dalla presenza di un garante, che ci aiuti nella richiesta e nella sottoscrizione.

Il garante deve avere un buon lavoro, una situazione economica affidabile.

In mancanza, dovrete optare su altro, ad esempio immobili di proprietà o un’entrata diversa da uno stipendio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *